Funzione Endoteliale e Microcircolo

pubblicato in: Approfondimenti 0
Lo studio della funzione endoteliale viene effettuato da molti anni negli Istituti di ricerca clinica con una metodica complessa, che richiede esperienza e tempo e che per questo non è applicabile in campo clinico. Recentemente sono comparsi diversi sistemi per misurare la funzione endoteliale in modo semplice e non invasivo con strumenti più rapidi ed economici, anche se la loro effettiva utilità non è ancora stata adeguatamente studiata. Vi è un metodo classico, chiamato Golden Standard o FMD (flow mediated dilation o vasodilatazione indotta dal flusso), usato per studiare la funzione endoteliale tramite ecografia eseguita a livello dell’arteria brachiale. Il metodo consiste nel misurare l’aumento del diametro dell’arteria brachiale dopo una compressione della stessa per cinque minuti sull’avambraccio con lo scopo di:
  • migliorare la capacità di identificare l’alto rischio cardiovascolare anche in giovani e giovanissimi senza placche;
  • valutare la prognosi dopo un evento cardiovascolare;
Lo studio del microcircolo è fondamentale in numerose branche della medicina. Molte malattie presentano infatti alterazioni a carico del microcircolo: pensate solo al diabete, alle malattie reumatiche e autoimmuni. Lo studio del microcircolo coronarico è invasivo e quindi non è adatto agli scopi clinici. Mediante l’ecodoppler dell’arteria brachiale però si studia il microcircolo della mano e dell’avambraccio e questo correla con il microcircolo coronarico fornendo quindi informazioni prognostiche sugli eventi cardiovascolari. Vi sono recenti dati innovativi sul fatto che l’esplorazione del microcircolo dell’arto superiore mediante ultrasuoni consente di identificare pazienti ad alto rischio cardiovascolare molto tempo prima della comparsa delle placche aterosclerotiche. Nel nostro ambulatorio stiamo quindi applicando questa metodica nelle più diverse tipologie di pazienti con risultati molto utili soprattutto se correlati con i dati del test di funzione endoteliale.
Lo studio della funzioni endoteliale e del microcircolo ci aiuta nel distinguere quale dei nostri pazienti apparentemente sani hanno un rischio significativamente aumentato di ammalarsi e quali dei nostri pazienti in terapia, dopo un evento cardiovascolare, hanno un rischio di ricadute più alto.